24
Mon, Jun

 

Il Commissario, Giorgio Butterini, ha approvato il bilancio preventivo per l’esercizio finanziario 2022 e pluriennale 2022-24, a testimonianza che l’attività dell’Ente prosegue regolarmente in attesa della riforma istituzionale recentemente proposta dalla Giunta provinciale e che prossimamente dovrà essere esaminata dal Consiglio Provinciale..

 

 

Nonostante l’Ente si ritrovi in una ‘condizione transitoria’, che perdura da un anno e mezzo, in cui la conduzione politica è demandata a un unico amministratore - commenta il commissario Giorgio Butterini -, grazie anche al notevole impegno di dirigenti e funzionari, la Comunità continua, non solo a offrire i servizi di competenza, istituzionalmente previsti, al territorio, ma anche a pianificare azioni e attività strategiche, che regolarmente vengono condivise con la Conferenza dei Sindaci. Tali programmi non possono che confermare e certificare l’importanza di un ente di raccordo tra le amministrazioni municipali e una simile opportunità appare ancora più marcata in un ambito articolato come quello delle Giudicarie, in cui, oltre alla Comunità di Valle, operano 25 comuni, due Consorzi BIM e numerosi ulteriori Enti. Al riguardo, è auspicabile che la riforma istituzionale, nella sua formulazione definitiva tenda a legittimare e rafforzare il ruolo anche politico delle Comunità, nella prospettiva di condividere le scelte future, ma anche di alimentare una visione unitaria e razionale rispetto alle dinamiche di sviluppo dell’ambito”.

Il Bilancio di previsione per l’anno 2022 pareggia a 47 milioni di euro, e oltre 100 milioni nel triennio 2022-24, una cifra che scaturisce dalla gestione dei servizi a favore del territorio nei diversi settori di competenza della Comunità e dalla pianificazione di investimenti straordinari. Rilevanti sono gli interventi nel comparto dei servizi sociali, dell’ambiente e gestione dei rifiuti, dell’istruzione, del lavoro ed occupazione, dello sviluppo economico, mobilità e piste ciclabili.

Le spese correnti ammontano a 22 milioni di euro e 16,5 milioni per quelle in conto capitale.

Le voci di maggior peso riguardano la tutela ambientale (circa 9 milioni di euro, di cui 8,3 milioni per la gestione del servizio rifiuti e la discarica di Zuclo) e l'attività socio assistenziale (oltre 7 milioni destinati agli interventi di assistenza a domicilio e residenziale e di prevenzione sociale).

Per l’assistenza scolastica previsti oltre 2 milioni di euro, con la gestione del servizio di mensa scolastica per oltre 2500 scolari e studenti giudicariesi e la concessione degli assegni di studio a favore degli studenti delle scuole superiori che si recano fuori dalle Giudicarie per carenza dei corsi di studio a Tione.

Nell’ambito del lavoro ed occupazione trovano spazio i progetti relativi all’Intervento 3.3.D per l’occupazione di operai disoccupati in lavori socialmente utili sia nel verde sia nel campo dei servizi sociali, complessivamente per quasi 710 mila euro.

Rilevanti anche gli interventi a disposizione della Rete delle Riserve del Chiese e del Sarca e della Biosfera Alpi Ledrensi (150mila euro annui) per il finanziamento di progetti di tutela e promozione dell’ambiente. Trovano quindi stanziamento 150 mila euro nel settore culturale e sportivo per la valorizzazione di iniziative sovracomunali promosse dalle associazioni giudicariesi.

Per gli interventi riferiti al progetto di completamento dei percorsi ciclopedonali, il Bilancio contempla spese ingenti ammontanti 3,2 milioni, oltre a 670 mila euro per opere stradali per il completamento dei lavori relativi alle strettoie di Javrè e Pinzolo.

I trasferimenti ai Comuni per il Fondo strategico territoriale ammontano a 4,5 milioni destinato a finanziare infrastrutture ed opere pubbliche sovracomunali.

Inserito a bilancio anche uno stanziamento di 4 milioni per la ristrutturazione dell’edificio adiacente alla sede della Comunità che ospitava la caserma dei carabinieri e che verrà destinato al Servizio socio assistenziale e a Spazio Argento, la nuova struttura che organizzerà il servizio per gli anziani sul territorio giudicariese..

Il Commissario ha inoltre approvato la convenzione con il Comune di Spiazzo per la figura del Segretario generale, ruolo fondamentale per garantire un’efficiente organizzazione dei Servizi e di tutto il personale: in conseguenza di ciò, il 4 Aprile è tornato in servizio presso l’Ente sovracomunale il dott. Michele Carboni, che ha già ricoperto il ruolo di Segretario per un decennio e che ora, essendosi aggiudicato il concorso presso il Comune di Spiazzo, rientra in Comunità.

 

Ad accogliere l’esecutivo vi erano il sindaco Eugenio Antolini, tutta la Giunta comunale e i rappresentanti del tessuto culturale, associativo ed economico della valle, sindaci, forze dell’ordine, vertici dell’Azienda sanitaria e della Cassa Rurale, dirigenti scolastici dei locali Istituti e della scuola musicale, volontari, referenti della Pro Loco e degli Alpini.

 

Confermate, dall'esecutivo provinciale, alcune opere pubbliche importanti per le Giudicarie, come i lavori di rettifica e adeguamento della galleria di Ponte Pià per 25 milioni di euro e il bypass di Pinzolo e Carisolo per un importo di circa 80 milioni di euro.

 

 

Qui con noi è presente tutto il tessuto sociale della nostra comunità - ha esordito il sindaco Antolini nell’accogliere la Giunta all’interno della nuova Biblioteca e centro polifunzionale di Tione - una conferma di quanto un territorio come il nostro viva di servizi, di cultura, di istruzione, di cittadini che qui abitano e vivono, l’autonomia è anche questo, consentire alle persone di rimanere nella propria valle, grazie alle infrastrutture e ai servizi”.


Il significato delle Giunte itineranti - ha aggiunto l’assessore provinciale agli enti locali Mattia Gottardi, già sindaco di Tione - è questo, incontrare le persone del territorio, ascoltare e capire le problematiche dei centri trentini. Sappiamo che Tione è un centro di sistema, con una popolazione residente bassa ma con un elevato numero di persone che quotidianamente gravitano sui suoi servizi, che vanno presidiati", ha concluso l'assessore che ha messo in luce la sensibilità di questa amministrazione al tema dei servizi nelle valli ed evidenziando infine il percorso degli Stati Generali della Montagna che si è chiuso proprio nelle Giudicarie, a Comano Terme.


Il presidente Fugatti, nel ringraziare l’amministrazione comunale per l’invito, arrivato prima della pandemia, ha quindi spiegato come l’esecutivo abbia “deciso di impostare gli incontri della Giunta provinciale nei Comuni del Trentino proprio perché ci responsabilizza e ci aiuta a capire le eccellenze e le richieste dei territori”. Fugatti ha quindi ripercorso alcuni degli interventi infrastrutturali previsti nelle Giudicarie, ricordando la necessità di rivedere gli importi complessivi alla luce dei rincari dovuti al costo delle materie prime e dell'energia, che incidono per un valore del "10-15%".


Fra gli interventi è confermata la rettifica e allargamento della galleria di Ponte Pià, situata nel territorio del Comune di Comano Terme, il cui importo attualmente è di 25 milioni di euro; nel dettaglio si prevede l'avvio dell'appalto entro il 2022 e l'inizio dei lavori nel 2023. Programmato anche il bypass di Pinzolo e Carisolo, ovvero la variante di Pinzolo, la cui competenza spetta al Commissario straordinario per le opere provinciali, il cui importo supera gli 80 milioni di euro; l'avvio dell'appalto è previsto entro il 2022 e l'inizio dei lavori nel 2023. Infine il presidente Fugatti e l'assessore al turismo Roberto Failoni hanno ricordato anche la messa in sicurezza dell'attraversamento dell'abitato di Breguzzo, un'opera complessa dal punto di vista dell'iter procedurale, il cui importo è di 906 mila euro: nel corso del 2022 si prevede di acquisire le autorizzazioni a superare i vincoli di tutela sull'edificio e di avviare l'appalto nel corso del 2023.

Il Consiglio Pastorale del territorio pastorale di Tione e la Caritas stanno promuovendo - insieme - un “Progetto di Raccolta fondi e di sostegno” alla popolazione Ucraina che a causa della guerra in atto è profuga in Polonia. Per questo motivo si è pensato di divulgare questo “Appello”, rivolto a quanti hanno a cuore il popolo ucraino che in queste settimane soffre terribilmente vivendo situazioni drammatiche e rischiando la vita. Dove ogni giorno – apprendiamo dai media – che donne e bambini sono in condizioni a rischio sotto i bombardamenti.

 

 

 

Come tutti sapete, i nostri fratelli e sorelle ucraini stanno vivendo un momento di grave crisi umanitaria.

Gli uomini validi alle armi e anche molte donne hanno scelto di rimanere per difendere la loro casa dal nemico russo. Mamme, bambini e tutti coloro che hanno potuto sono scappati dalle bombe cercando rifugio nei Paesi confinanti.

È del tutto evidente che questa povera gente ha dovuto abbandonare quasi tutto, e ora versa in condizione di indigenza ed estrema necessità. Un numero assai consistente di profughi continua a varcare la frontiera della Polonia e molti si fermano in questo Paese limitrofo. Molti cittadini polacchi mettono le loro case a disposizione per alloggiare i profughi.

Suor Beata Kupka, una delle suore camilliane che vivono e operano tra noi nella comunità di Bondo, è polacca. La sua mamma, rimasta recentemente vedova, si è offerta di ospitare un paio di famiglie nella sua casa. Inoltre, sua sorella fa parte di un’Associazione di solidarietà che porta materiali direttamente in Ucraina.

Immedesimandoci nei loro panni, è chiaro che le disponibilità economiche per provvedere alle loro necessità richiede un notevole impegno.

Il Consiglio Pastorale e la Caritas di Tione promuove un progetto per sostenere economicamente l’accoglienza di questi profughi in Polonia e le iniziative di solidarietà con l’Ucraina che partono direttamente dalla Polonia. Per questo proponiamo una raccolta di fondi che sarà possibile inviare direttamente suoi luoghi di emergenza senza ulteriori mediazioni.

Sarà nostra cura rende conto del loro impiego. Il contatto e referente in Polonia sarà la sorella di Suor Beata.”

 

Chi desiderasse accogliere questo appello si metta in contatto con don Michele o la Caritas di Tione. Riportiamo inoltre anche le modalità di raccolta e l’IBAN per poter effettuare il versamento

 

Modalità di raccolta:

- Busta da consegnare ai sacerdoti

- Versamento su conto corrente CARITAS IBAN IT83S0807835662000034086897

Causale: “Progetto Ucraina” Per informazioni è possibile contattare:

- CARITAS Tione - tel. 338.3745923

- Don Michele - tel. 339.1490586

 

 

TIONE. L’associazione NOI dell’Oratorio di Tione organizza una gita sociale a Lutago in Val Aurina dove c’è il Museo dei Presepi con visita anche al Castello di Campo Tures, sabato 9 aprile. Questa gita si configura come un ‘premio’ per quanti hanno collaborato - nell’autunno scorso per circa tre mesi - alla realizzazione del Presepe allestito nella chiesa arcipretale della borgata tionese. Il presepio è stato molto visitato e apprezzato nel periodo natalizio, proprio per la sua particolare realizzazione ‘realistica’ della scenografia, frutto di una regia – quella di Giovanni Moneghini – molto attenta ai dettagli ‘architettonici’ delle abitazioni e ad una perfetta illuminazione e animazione di alcuni elementi. Un’opera d’arte – ha detto qualcuno – che è stata premiata dalla commissione del Concorso specifico indetto da “NOI” a livello provinciale, con il 1° premio assoluto nella categoria “Tradizione”.

 

 

Ecco il programma della giornata che prevede alle ore 7:30 ritrovo in Oratorio Tione piazzale chiesa ore 07:45 partenza pullman e alle ore 10:30 arrivo a Lutago e visita museo dei presepi. Dopo il pranzo verso le ore 14:00 partenza per Campo Tures e visita guidata all'interno del castello, quindi alle ore 16:30 trasferimento a Brunico per visita libera al centro storico e partenza per rientro a Tione.

 

Le quote di partecipazione: adulti: 30,00 euro +10,00 euro quota iscrizione noi 2022 ragazzi 5-15 anni: euro 25 +10,00 euro quota iscrizione noi 2022 bambini 0-5 anni: 10 euro + 7,00 euro quota iscrizione noi 2022

(minorenni solo se accompagnati da almeno un genitore). La quota di partecipazione comprende: pullman andata e ritorno - ingressi e visita guidata al museo dei presepi di Lutago e al castello di Campo Tures pranzo a menù convenzionato presso ristornate (segnalare eventuali intolleranze).

 

Per info inviare mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it." target="_blank">This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. oppure inviare messaggio whatsapp a Tiziana: 347.1115403. Le iscrizione devono essere fatte entro domenica 27 marzo con versamento quota su cc bancario IBAN: IT45P0807835662000034103952 intestato a: Amici dell'Oratorio Tione-aps inserendo nella causale gita Lutago + cognomi e nome degli iscritti.

 

Presentazione del romanzo Corrispondenze” (Albatros ed.)

Elena Baiguera Beltrami giornalista con la partecipazione di Loreta Failoni

Venerdì 4 marzo Ore 18.00

Centro Studi Judicaria Via Dante Alighieri,46 Tione di Trento

 

 

TIONE. Il messaggio è arrivato, quasi fosse una premonizione nel romanzo “Corrispondenze” (Albatros ed.) di Elena Baiguera Beltrami. Marta una delle due protagoniste “Era probabilmente convinta che noi, della nostra generazione, degli anni 50 e 60 del secolo scorso – narra l’autrice – saremmo tornati a fare i conti con l’eventualità di una guerra”.


Una probabilità che si è rivelata quasi una profezia, perché oggi l’Europa è di nuovo in guerra, i meccanismi sono esattamente gli stessi di 70 anni fa, come del resto come in tutte le guerre guerreggiate.


Si inizia invadendo uno Stato sovrano e poi si scatenano le reazioni, in una escalation di odio senza fine, che i civili inermi subiscono in termini di perdite e privazioni e i militari sbattuti in prima linea affrontano loro malgrado.


Come Hermann il giovane soldato tedesco del romanzo di Elena Baiguera Beltrami, un ragazzo innamorato delle bellezze italiche, dei campi di grano baciati dal sole, dei paesetti antichi, dell’empatia italica e di Marta.


Saranno questi gli spunti attorno ai quali l’autrice insieme a Loreta Failoni, venerdì 4 marzo alle 18.00 al Centro Studi Judicaria di Tione, partiranno per una conversazione attorno al romanzo e a questo nuovo mondo che dalla pandemia, passando direttamente per una guerra, sembra un mondo nel quale nessuno si riconosce più.


Corrispondenze racconta anche il rapporto tra due donne, una giovane nuora esuberante e irrequieta e una suocera, rimasta vedova in giovane età, inizialmente anaffettiva e respingente.


E oggi? E’ ancora conflittuale come negli anni 70 il rapporto tra suocera e nuora oppure l’emancipazione femminile degli ultimi trent’anni è riuscita ad andare oltre lo stereotipo di un eterno conflitto tra una generazione matriarcale e l’esigenza di un’equa ripartizione tra i coniugi dei carichi di lavoro e di cura famigliari?


Elena Baiguera Beltrami e Loreta Failoni, partendo dalle vicende del romanzo affronteranno anche questo tema, con una loro visuale, frutto di esperienza, ma anche di frequentazioni, letture, visioni.


All’incontro presso il centro Studi Judicaria è possibile accedere con la presentazione del green pass e muniti di mascherina.

 

TIONE. In merito alle recenti notizie sulla ipotizzata chiusura della Rsa ospedaliera di Tione a causa della carenza di personale infermieristico che ha riguardato la cooperativa SPES quale gestore dell’assistenza e della struttura, è confermato l’interesse dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari a mantenere attiva questa importante funzione.

 

 

Apss si sta attualmente adoperando alla ricerca delle soluzioni più adatte a supportare il gestore in questa temporanea carenza di organico, al fine di garantire la continuità della funzionalità della struttura nelle prossime settimane. Contestualmente il gestore si impegnerà nel reclutare nuovo personale ad integrazione dell’organico attuale.

 

Come da programma, la struttura, attualmente destinata a pazienti Covid, chiuderà temporaneamente da domani con la dimissione dell’ultimo paziente; seguiranno alcuni giorni di fermo necessari per la sanificazione degli spazi. La Rsa di Tione, durante le fasi più intense della pandemia, è stata infatti utilizzata come «struttura territoriale Covid» per i pazienti positivi di medio-bassa complessità non bisognosi di ricovero ospedaliero ma impossibilitati a rimanere a casa.

 

 

TIONE. Sulla rinnovata maglia del Brenta Volley, presentata recentemente, campeggiano i marchi di nuovi partner, il cui supporto è di vitale importanza per la programmazione e lo svolgimento dell’attività.
Tra le gradite e importanti new entry c’è Itas Assicurazioni – Agenzia di Tione, che ha sposato il progetto del club garantendo il proprio supporto per tre stagioni.

 

 

Una partnership importante per la società presieduta da Stefano Parolari, che va ad aggiungersi a quella del main sponsor Innova Energie e a quelle degli altri partner, che verranno presentati uno a uno durante il corso dell’annata agonistica.
«Sono tre i principi cardine della nostra sponsorizzazione, ovvero giovani, territorio e restituzione – spiega il responsabile di Itas Assicurazioni – Agenzia di Tione Ferruccio Salvaterra – I giovani in primis, perché ritengo che un’associazione sportiva come il Brenta Volley, idealmente inserita nel movimento sportivo giudicariese, sia meritoria di avere un supporto importante per l’attività che svolge, mossa dalla passione e dall’impegno delle tante figure che ruotano attorno alla società. In questo modo, come impresa del territorio, vogliamo esprimere il nostro riconoscimento e dare il nostro sostegno».


L’opera di sponsorizzazione, come sempre, può portare dei benefici anche al partner in questione.
«Credo che sponsorizzare un’associazione nota e conosciuta sul territorio possa far sì che i genitori, soprattutto se nostri clienti, possano avere una percezione reale di cosa vuol dire essere socio e cliente di Itas – aggiunge Ferruccio Salvaterra - Un’attività come la nostra ha un dovere etico e mutualistico di reinvestire parte dei propri guadagni sul territorio. Il modo più costruttivo per farlo è attraverso sponsorizzazioni mirate, che vanno in questa direzione».


Supportando in primis l’associazionismo e il volontariato.
«È un’idea che mi piace – commenta ancora Salvaterra - Sostenendo i giovani, il volontariato e la passione di chi si impegna nell’associazionismo, si chiude un cerchio virtuoso. È difficile fare una valutazione su quella che può essere la ricaduta diretta per noi, ma c’è sicuramente una ricaduta a livello di immagine complessiva e sappiamo che il nostro appoggio finanziario può garantire maggiore solidità all’associazione».


L’accordo di sponsorizzazione sarà triennale.
«Un’associazione, come anticipato, ha bisogno di programmare – precisa Salvaterra – Una sponsorizzazione spot può aiutare in un preciso momento, ma noi, proprio nell’ottica di un sostegno reale, abbiamo scelto il medio periodo: vogliamo esserci oggi, domani e anche dopodomani. La programmazione è un aspetto importante per un’azienda e nell’associazionismo vale lo stesso principio. La nostra opera si configura come una sorta di redistribuzione delle risorse sul territorio, il nostro modo per “ridare” una parte di quello che riceviamo. C’è chi decide di fare uno sconto al cliente e chi di reinvestire sui giovani. Siamo contenti di avere il nostro logo sull’abbigliamento del Brenta Volley, uno degli aspetti che più identifica il club».







 

TIONE. Si chiamava Luciana, ma per tutti e con tutti intendo i clienti del suo negozio in centro alla borgata Tionese, era semplicemente “Pane e Latte”, quasi un ‘acronimo’ che tutti capivano. L’amministrazione comunale di Tione le aveva conferito – qualche anno fa – la targa di “Bottega Storica Trentina”, Luciana ne era orgogliosa!

 

 

Generazioni di persone, bambini e ragazzi, possiamo tranquillamente dire sono entrate nel suo negozio: chi a prendere il solo pane, chi i biscotti o le caramelle e chi il latte.

Luciana – in estate col bel tempo - ti attendeva sulla porta e una volta entrato con fare molto garbato prima di tutto ti chiedeva notizie tue e dei tuoi familiari. Poi iniziava a servirti ciò di cui avevi bisogno. Io ci sono entrato alcune volte e passato davanti alla porta, ma anche se lei era all’interno impegnata con qualche cliente ti salutava con la mano e con un ciao o buongiorno che ti faceva stare bene davvero.

 

 

Ora, a causa della sua malattia, il negozio era chiuso, la serranda abbassata e in tanti – passando di lì – avrebbero sperato che un giorno o l’altro la porta fosse riaperta. Ma il male non le ha lasciato scampo e nelle giornata di domenica 13 marzo si è spenta serenamente.

 

Sul cartello esposto abbiamo letto: Esempio di bontà d'animo, semplice e di nobili sentimenti, dedicò la vita alla sua famiglia che tanto amava”.

 

I familiari di Luciana fanno sapere che si potranno fare offerte alla L.I.L.T. Giudicarie IBAN: IT94 M080 7835 6620 0003 4090 923.

Un ringraziamento particolare alla dottoressa Giovanna Battocchi e agli operatori dell'A.D.I. (Assistenza Domiciliare Integrata) per le amorevoli cure prestate. Il funerale avrà luogo martedì 15 marzo alle ore 14.30 partendo dalla Chiesa di Tione. A seguito delle disposizioni sanitarie si raccomanda di mantenere il distanziamento sociale.

 

TIONE. Individuato il responsabile degli atti vandalici commessi nel capoluogo giudicariese lo scorso weekend. Nella mattina di domenica 6 febbraio Tione ha trovato scritte quali “No Green Pass” e disegni di svastiche su muri e vetrate, anche sul Municipio. Il Sindaco di Tione, Eugenio Antolini, vuole così rassicurare la popolazione riguardo gli ultimi sviluppi delle indagini:

 

In seguito alle indagini svolte sinergicamente, già dalla giornata di domenica, dagli operatori della Stazione Carabinieri di Tione e dal Corpo di Polizia Locale delle Giudicarie, nella prime ore della mattinata odierna, un uomo, residente in paese, si è presentato al Sindaco di Tione, confessando di essere responsabile dell’accaduto.

 

 

Immediatamente è stato indirizzato negli uffici della Polizia Giudiziaria ove sono state intraprese le attività previste dalla Legge.

 

L’Amministrazione Comunale pretenderà dal colpevole il rimborso delle spese sostenute per il ripristino dello stato dei luoghi.”

 

 

Un cavallo e una mula sono stati travolti e uccisi da un furgone attorno alle 4.30 di questa mattina lungo la statale 239 tra Tione e Iavrè. Un terzo animale si è salvato

 

 

TIONE. Un cavallo ed una mula sono stati travolti e uccisi da un furgone verso le 4.30 di questa mattina tra Tione e Iavrè in Giudicarie. All'impatto si è invece salvato un altro cavallo che era appostato a qualche metro di distanza. Il tutto si è verificato all'imbocco della strada che dalla Rendena sale in direzione dell'ospedale lungo la statale 239 di Madonna di Campiglio.

 

A rilevarlo sono i Vigili del fuoco di Tione, allertati dalla centrale operativa. “Eravamo una decina di uomini. Appena pervenuta la selettiva abbiamo raggiunto la zona ma per due delle tre bestie non c'era più nulla da fare. Sul posto era nel contempo pure intervenuto un veterinario dell'Asl che ne ha accertato il decesso” avvertono sia il comandante ingegnere Alberto Bertaso che il suo vice Vittorio Marchiori.

 

Gli animali, appartenenti ad un giovane del circondario, solitamente accasati in località Capeler nei pressi dell'abitato di Verdesina, se ne sono inspiegabilmente andati dopo aver oltrepassato la linea di confine che di fatto delimita il proprio abituale spazio.

 

 


TIONE. Nelle notte della Finale del 72° Festival di Sanremo, con milioni di persone incollate al televisore, c’è chi ha percorso una via alternativa trasformando la centralissima piazza Cesare Battisti e la via centrale della borgata tionese in uno scempio con scritte in bianco “No Green Pass”.


A farne le spese il portone d’ingresso al Municipio con due grosse “svastiche”, un muro di cinta di un’abitazione privata in via tre novembre e in via Pinzolo su di una vetrata dell’ex Supermercato, ora chiuso.

 

 

 

 

Foto di Udalrico Gottardi

 

Chi nella mattinata di domenica 6 febbraio ha visto questo scempio, naturalmente ha avuto espressioni di indignazione e rabbia allo stesso tempo. Le azioni dei responsabili, che nottetempo, con una bomboletta di color bianco hanno imbrattato portoni, muri e vetrate con l’obiettivo di voler far sentire il proprio diniego sull’ultimo decreto dell’utilizzo del Green Pass, sono sicuramente da perseguire.


Resta comunque l’amarezza di vedere quanto si possa essere meschini e irriverenti rispetto a quanti in questi anni di pandemia hanno perso la vita. Il vandalismo della notte scorsa – a Tione - e la messa in risalto di ‘svastiche’ è intollerabile.

 

Il Corpo di Polizia Locale delle Giudicarie e i Carabinieri di Tione stanno lavorando per individuare i responsabili di tali atti, procedendo con un'analisi delle immagini di videosorveglianza, sia pubblica che privata. Le Forze dell'Ordine si dichiarano già fiduciose nella buona riuscita delle indagini in corso.

 

More Articles ...