21
Tue, May

A Pinzolo, "Formaggi di razza Rendena. Concorso e... dintorni":  cinque formaggi tipici si aggiudicano le cinque categorie

Val Rendena
Typography

PINZOLO - Compie due anni e cresce, non solo nel numero delle aziende partecipanti e dei formaggi proposti, ma anche nell'attenzione e nell'apprezzamento da parte del pubblico, il concorso "Formaggi di razza Rendena" ideato dalla Pro loco di Pinzolo un anno fa e riproposto nei giorni scorsi. La seconda edizione ha visto la partecipazione di 14 caseifici provenienti dal Trentino, principalmente dalla Val Rendena, con una rappresentanza della Valle del Chiese, un caseificio di Trento città e poi dalle province di Brescia, Padova e Vicenza. In concorso 31 formaggi valutati dalla giuria presieduta da Giampaolo Gaiarin, tecnologo presso la Fondazione Edmund Mach di San Michele all'Adige ed esperto Onaf (Organizzazione nazionale assaggiatori di formaggi). Molto chiaro l'obiettivo che si è posta la Pro loco di Pinzolo con il suo presidente Marco Salvaterra attraverso l'iniziativa: valorizzare i produttori di formaggi e le loro creazioni insieme alla razza Rendena, l'unica bovina autoctona del Trentino diventata presidio Slow Food nel 2019. Con l'eccezione, inserita a concorso, della Spressa Dop delle Giudicarie, realizzata non solo con il latte proveniente dalla razza Rendena, ma conosciuta come il formaggio più rappresentativo del territorio e della tradizione casearia delle Giudicarie.

 

 

 

A conclusione di una mattinata di valutazioni attente e meticolose condotte dalla giuria riunitasi presso la bottega storica "Alimentari Caola" a Pinzolo, nell'elegante e di recente realizzazione "Spazio bollicine di montagna", sono risultati vincitori della seconda edizione di "Formaggi di razza Rendena. Concorso e... dintorni" i seguenti caseifici: Maso Pan ha registrato il miglior punteggio nella "Categoria 1 - Formaggio da latte intero di razza Rendena con stagionatura fino a 30 giorni", Fattoria Antica Rendena ha vinto nella "Categoria 2 - Formaggio da latte parzialmente scremato di razza Rendena con stagionatura fino a 30 giorni", Al Pont nella "Categoria 3 - Formaggio da latte di razza Rendena con stagionatura fino a 90 giorni", Latte Trento-Consorzio Spressa Dop delle Giudicarie nella "Categoria 4 - Formaggio con stagionatura da 3 a 12 mesi", Godeluna nella "Categoria 5 - Formaggio da latte di razza Rendena con stagionatura oltre 12 mesi".

Fattoria Antica Rendena (Giustino), Maso Pan (Caderzone Terme), La Regina (S.A. di Mavignola), Al Pont (Giustino), Latte Trento-Consorzio Spressa Dop (Caseificio di Giustino), La Cugna (Condino), Daniele Sartori (Caderzone Terme), Lara Gottardi (Villa Rendena), Biobiò (Vobarno, Brescia), Eredi di Toldo Benito Sas (Valdastico, Vicenza), Gabriele Floriani (Trento), Godeluna Sas (Enego, Vicenza), Nicoli & Pozzato Società agricola (Bressanvido, Vicenza), Azienda agricola Fontana (Gazzo, Padova).

La giuria: Alberta Frizzi (alimentarista di Pinzolo), Carla Maturi (rappresentante della Pro loco di Pinzolo), Giuseppe Greco (sommelier a Madonna di Campiglio), Flavio Franceschetti (Fiduciario Slow Food Giudicarie), Dario Tonietto (Direttore Anare-Associazione nazionale allevatori razza Rendena), Marco Masè (albergatore e ristoratore di Madonna di Campiglio), Noris Cunaccia (esperta di erbe alimurgiche, co-fondatrice di "Cook the Mountain), Paola Bonapace (albergatrice di Pinzolo).

Dopo la valutazione che ha occupato la giuria per tutta la mattina (sono state scartate due schede, quella con il punteggio più alto e quella con il punteggio più basso, facendo poi la media dei voti delle altre sette), nel pomeriggio, dalle 17 alle 19, in piazza Carera, sono state presentate le aziende in concorso e i formaggi vincitori. Il presidente di Anare Manuel Cosi e il direttore Dario Tonietto hanno sottolineato l'importanza della razza Rendena come elemento di tipicità per il territorio e salvaguardia del paesaggio di montagna mentre Giampaolo Gaiarin ha tenuto una breve lezione sulla degustazione del formaggio e illustrato  il lavoro svolto dalla Giuria in mattinata. Infine l'atteso momento della premiazione dei vincitori alla presenza dell'assessore provinciale al turismo Roberto Failoni e dell'assessora alle politiche sociali del Comune di Pinzolo Laura Rossini.

 

Concluso il concorso sui formaggi e dato l'arrivederci al 2024, continuano le numerose iniziative collegate a "Giovenche di razza Rendena. Sfilata e... dintorni" che si concluderanno sabato 9 settembre, dalle 16.30 del pomeriggio, con l'attesa e spettacolare sfilata degli allevatori e delle bovine di razza "Rendena" di ritorno dagli alpeggi estivi.