24
Mon, Jun

Estate in Palafitta: via ai programmi settimanali da domani fino al 2 settembre

Fiavè
Typography

 

Prende il via l'11 luglio il programma settimanale di attività che fino al 2 settembre animerà l'estate del Parco Archeo Natura e al Museo delle Palafitte di Fiavé. Da lunedì a venerdì, ogni giorno un'attività diversa per esplorare l'affascinante mondo delle palafitte, straordinarie testimonianze del passato, incluse nel Patrimonio Mondiale UNESCO. 

Le iniziative, condotte dalle archeologhe dei Servizi Educativi della Soprintendenza per i beni culturali provinciale, prevedono nelle giornate di lunedì, martedì e giovedì, coinvolgenti laboratori per famiglie dedicati alla lavorazione dell'argilla ("Argilla che bel materiale") e del legno ("A colpi d'ascia"), alla produzione dei latticini ("100% latte"), alla conoscenza delle piante ritrovate nelle palafitte e alla loro coltivazione ("L'orto preistorico"), all'utilizzo dei colori naturali per tingere e dipingere ("Dalle piante nascono i colori"), alla lavorazione delle fibre vegetali e alla tessitura ("Lino e lana...la matassa si dipana"). Per conoscere il lavoro dell'archeologo ogni mercoledì c'è "L'archeologo cercastorie", mentre il venerdì "Palafitticolo a chi?" propone una visita partecipata sulle tracce degli antichi abitanti delle palafitte.


 

Accanto alle attività settimanali il Parco e il Museo propongono un interessante calendario di eventi speciali. Al museo è visitabile la mostra "Sulle palafitte: una storia che continua" con fotografie di Anna BrennaSi terrà il 10 luglio al Parco Archeo Natura "L'albero giusto: fem zicole" un evento dimostrativo sulla scultura e la lavorazione del legno in collaborazione con l'Ecomuseo della Judicaria e il gruppo "el bel Bil". Sono in collaborazione con la Pro Loco di Fiavé "I martedì al museo" che prevedono il 12 luglio lo spettacolo "Le fantastiche lezioni del professor Scatoloni" di Nicola Sordo, il 19 luglio la presentazione del libro "No, non avere paura" di Loreta Failoni e Gabriele Biancardi con interventi di Barbara Poggio e Elisa Pisetta. Tre gli appuntamenti nell'ambito de "I giorni dell'orso": il 15 luglio l'incontro "Orso e palafitte. Non solo carne e pelliccia" con Alex Fontana e Nicola Nannini, archeozoologi del MUSE, il 17 luglio la visita partecipata "Uomini e animali" e "A caccia dell'orso" laboratorio per bambini, lettura animata e creazione di alcuni semplici strumenti musicali. Il divertimento è assicurato con gli spettacoli per famiglie "Una capra per amica" a cura di TeatroE il 23 luglio e "A tu per tu. Storie di uomini preistorici e di animali fantastici" il 6 agosto con Nicola Sordo che sarà protagonista anche de "Il palafitticolo scalzo. Visita insolita al Museo delle Palafitte" (30 luglio e 18 agosto). Il 27 luglio si terrà "La danza dei diavoletti. 12 opere di Fortunato Depero", letture per bambini e non solo, tra arte e tradizione del filò con lo scrittore Mauro Neri. Per cimentarsi in prima persona con antiche tecniche e saperi, la rassegna "Ma come facevano a fare?" propone cinque incontri di archeologia dimostrativa e laboratoriale: "La lavorazione dell'osso e della pelle" il 31 luglio con Alfio Tomaselli, "Metallurgia quasi una magia" con dimostrazione di tecniche preistoriche di fusione del bronzo a cura di Archeoworld (7 agosto); "Storie di intrecci e di trame" dedicata ai tessuti e alla tessitura con Tiziana Aste (13 agosto); "Terra, acqua e fuoco: la filiera della ceramica preistorica" (20 agosto) e "Arco e frecce" (21 agosto). Si terrà il 26 agosto la presentazione delle guide "Alfabeto dei sentieri silenziosi" e "Avventuroso viaggio nelle Valli Giudicarie", due guide insolite per grandi e piccoli camminatori. È ispirato alle tematiche della pace "Trame di pace", laboratorio per bambini con letture animate (27 agosto). Non mancheranno le visite guidate partecipate al Parco Archeo Natura con gli archeologi: "Un giorno in palafitta" (17 e 31 luglio, 7, 13, 20 e 21 agosto). Di particolare suggestione il 28 agosto, al Parco Archeo Natura, il concerto del Coro Cima d'AmbiezInformazioni e iscrizioni presso il Museo tel. 0465 735019 e il Parco 331 1739336.