24
Mon, Jun

 

COMANO TERME. Rave parties a Comano Terme, il Sindaco firma un'ordinanza. A scrivere è la Capogruppo del gruppo di minoranza Lega Salvini – Comano Terme, Alessia Baroldi: "Accolta la nostra richiesta, ma si poteva fare di più."


 

Venerdì 05 agosto 2022 è stata pubblicata un'ordinanza contingibile e urgente, firmata dal Sindaco di Comano Terme Fabio Zambotti, che istituisce il divieto di transito lungo la strada in Val Lomasona dal giorno 05 agosto 2022 al 30 settembre 2022; l'intervento si è reso necessario a seguito dei disagi causati dai cosiddetti rave parties organizzati qualche giorno fa.

Notiamo con piacere che il nostro appello per convocare un Consiglio urgente sia servito a qualcosa e che la richiesta della LEGA (specificata nella nostra mozione) di emanare un'ordinanza sia stata di fatto accolta. Apprezziamo anche che nel testo si sia preso atto delle problematiche causate da questo tipo di feste non autorizzate.

Tuttavia, nonostante il passo in avanti, a nostro avviso si poteva fare di più. Ad esempio nel testo non si menzionano gli altri luoghi in cui si sarebbero radunate queste persone per i rave parties, né si specifica nulla riguardo alla diffusione di musica ad alto volume.

Contiamo in futuro che non si aspetti l'ultimo momento per prendere delle decisioni e che si ascolti di più la minoranza, dal momento che il nostro consigliere Brena aveva già segnalato la questione al Sindaco durante l'ultimo Consiglio Comunale del giorno 28 luglio 2022.

*

Cons. comunale Alessia Baroldi

Capogruppo LEGA Salvini Premier – Comano Terme

 

Rave parties a Comano Terme, il Gruppo di minoranza Lega Comano Terme chiede al Sindaco Zambotti la convocazione urgente del Consiglio Comunale: "Feste fuori controllo, necessaria un'ordinanza."


 

COMANO TERME. Il gruppo consigliare "LEGA Salvini Premier - Comano Terme" comunica di aver richiesto al Sindaco di Comano Terme, Fabio Zambotti, la convocazione urgente del Consiglio Comunale

C'è bisogno di discutere una mozione del nostro gruppo consigliare al fine di impegnare il Sindaco ad emanare un'ordinanza urgente e contingibile per disciplinare le feste conosciute come "rave parties" che si stanno organizzando nel Comune, tema già trattato durante il question time al Consiglio Comunale del giorno 28 luglio 2022.

La motivazione riguarda il fatto che queste feste, organizzate specialmente nelle frazioni di Comano Terme, stanno creando molti problemi alla comunità: musica troppo alta, immondizie sparse ovunque, disagi alla viabilità. Questo senza contare il rischio che scoppino focolai Covid19, vista e considerata l'alta contagiosità della variante Omicron 5.

Secondo le ultime notizie, anche il Comune di Arco sta vivendo la stessa situazione e il Sindaco Betta in qualche modo è intervenuto: se è vero che esiste il diritto a divertirsi, esiste anche il dovere di rispettare tutti i cittadini e i nostri paesaggi, ed è inammissibile che le istituzioni si dimostrino impotenti di fronte a dei soggetti ineducati e senza un minimo di senso civico.

Di conseguenza nella mozione si chiede al Sindaco di intervenire emanando un'ordinanza urgente e contingibile per risolvere questa problematica.”



*



Gruppo LEGA Salvini Premier – Comano Terme

Consiglieri comunali Alessia Baroldi, Sergio Manuel Binelli, Luca Brena, Michele Salvaterra.

 

 

 

PONTE ARCHE - La Pro loco di Ponte Arche propone per questo caldissimo fine settimana di luglio la Festa delle 3 Arche con tanta musica, il goliardico palio delle oche sul fiume Sarca e l'elegante Cena sotto le Stelle.

 

 

«La Festa delle 3 Arche è per noi un evento cardine degli ultimi anni - spiegano il presidente Daniel Zanoni e la vicepresidente della Pro loco di Ponte Arche, Milena Serafini - un evento che contraddistingue la nostra associazione che opera sul territorio dal 2011. Emoziona ogni anno vedere così tanti volontari, tra cui molti giovani, coinvolti nell'organizzazione di un momento di festa non solo per i nostri compaesani ma anche per gli ospiti che in questo periodo dell'anno arrivano sul territorio e si sentono a tutti gli effetti parte della nostra comunità. È il nostro modo di accoglierli fra noi». Ci si siede a tavola assieme, turisti e locali, a gustare i piatti studiati con lo chef del Grand Hotel Terme Christian Venturini: la cornice è quella di Piazza del Mercato, il nucleo centrale dell'abitato storico che diede i natali a quella che è la località più giovane delle Giudicarie Esteriori - nemmeno due secoli di vita -, ai piedi dello storico ponte delle tre arche che al paese di fondovalle ha dato il nome. La festa ricorda la nascita dell'abitato dalla consuetudine dei valligiani di ritrovarvisi per vendere e comperare bestiame: è la dimensione di incontro e scambio reciproco che oggi viene ripresa dalle pieghe della storia e valorizzata dalla Pro loco con un momento di spensieratezza, divertimento ed eleganza.

La manifestazione prende il via sabato 23 luglio con un ricco programma musicale: alle 18 il ritrovo con l'aperitivo - l'ApeArche Time - sulle sponde del fiume (zona parcheggio termale) per poi lasciare spazio a una serata musicale alle 19 il concerto live del gruppo "The Curls", l'acustic duo formato da Elisa Pisetta ed Elena Fave e alle 21 il concerto della band rock locale "Animal Soul". Dalle 23 il dj set Climax Staff: Carla G. e Marshmallow. Domenica 24 lugliol'appuntamento si rinnova per il pomeriggio: alle 15.30 l'esibizione dell'Academy of Dance and Ballroom ASD che spazia dall'hip hop, al classico, ai ritmi latini e la break dance. Alle 17 il goliardico palio delle oche sul fiume Sarca,, appuntamento che scatena il tifo dei bambini: dal Ponte delle Tre Arche i partecipanti getteranno le loro paperelle di legno nelle acque del fiume e per loro tiferanno fino al traguardo - la passerella di legno che porta al parco termale - sperando che la corrente e il vento siano propizi alla loro protetta.

Alle 19 l'aperitivo in piazza aprirà la Cena sotto le Stelle, l'evento clou di una manifestazione che riporta le persone a scambiarsi sorrisi e chiacchiere in piazza, celebrando le radici storiche di una giovane comunità come quella di Ponte Arche. Alle 21.30 saranno la voce e la musica di Antonella Malacarne & Roberto ad accompagnare la serata danzante che chiude la manifestazione. 

Per partecipare alla Cena sotto le Stelle è necessaria la prenotazione; in caso di maltempo la cena è rinviata al 31 luglio. Per info: +393792370443.

 

 

 

COMANO TERME. Ha aperto i battenti ieri al Convento di Campo, presso Comano Terme, con una cerimonia di inaugurazione a cui sono intervenuti anche il vicepresidente della Provincia autonoma e assessore all’ambiente Mario Tonina, la presidente dell'Ecomuseo della Judicaria Carmela Bresciani e il sindaco di Comano Terme Fabio Zambotti, la mostra “Cibo e paesaggio: riflessi di alcune pratiche alimentari del Trentino”. La mostra, ideata da Trentino School of Management-Step e dalla Provincia autonoma di Trento, con il supporto della Fondazione Museo Storico del Trentino, rimarrà aperta fino al 15 settembre, e sarà visitabile tutti i giovedì e venerdì dalle 15 alle 18.30 e tutti i sabati e domeniche dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.30.

 

 

Al Convento di Campo presso Comano Terme, l’inaugurazione della mostra “Cibo e paesaggio” (taglio del nastro del sindaco di Comano Terme Fabio Zambotti e il vicepresidente della Provincia autonoma e assessore all’ambiente Mario Tonina) [ Archivio Ufficio stampa PAT]

La mostra, curata da Alberto Cosner e Angelo Longo, esplora il rapporto fra il cibo che mangiamo e il luogo in cui viene prodotto, in particolare “rileggendo” alcune pratiche alimentari trentine anche alla luce dei loro effetti sul paesaggio. Le relazioni di tipo storico, sociale e culturale tra certi tipi di alimenti e i loro paesaggi aiutano a capire che la qualità del cibo che mangiamo e quella dei paesaggi dipendono l’una dall’altra. La mostra presenta il Trentino come una terra composta da paesaggi diversi. Le numerose pratiche agroalimentari raccontate ci trasmettono la complessità di un paesaggio molto ricco: dalle erbe spontanee della Val Rendena all’olio extravergine di oliva del Garda Trentino, dal Casolèt a latte crudo della Val di Sole al Botìro di Primiero di malga, dalla viticoltura in Val di Cembra alla filiera del pane nelle Giudicarie Esteriori.

Grazie all'impegno dell'Ecomuseo della Judicaria e del Comune di Comano Terme la mostra promossa da Tsm-Step è stata arricchita inoltre con esposizioni temporanee che legano ulteriormente i temi trattati al territorio delle Giudicarie esteriori. Una sala è dedicata ad una serie di tre mostre che si succederanno nell'arco dell'estate e mostreranno come il rapporto tra agricoltura, trasformazione delle materie prime e paesaggio sono legate in una stretta correlazione. Apre la stagione una galleria di illustrazioni frutto della fantasia di Paolo Dalponte -artista del territorio che ha già avuto prestigiosi riconoscimenti - che ci introducono nell'universo dei funghi, reinterpretati dalla sua immaginazione.

La mostra ‘Cibo e paesaggio’ – ha sottolineato Tonina nel corso dell’inaugurazione - in questo formato didattico e itinerante che sarà ospitata in questi mesi nel bellissimo scenario del Convento di Campo, è stata pensata per trasmettere con forza l’importanza che le comunità di agricoltori e di pastori hanno avuto nel corso della storia per la costruzione del paesaggio trentino. Il legame tra agricoltura, cibo e paesaggio è fondamentale e rappresenta un elemento sostanziale per capire, non solo la bellezza del nostro territorio, ma anche le condizioni che lo hanno portato nel tempo ad essere abitato e vissuto. Con gli Stati Generali della Montagna abbiamo sottolineato che laddove, come in Trentino, il legame tra popolazioni e territori di montagna è stato preservato e rinnovato, sono state assicurate qualità delle produzioni, qualità del paesaggio e qualità della vita agli abitanti”.

La mostra “viaggerà” in più territori del Trentino e da settembre verrà ospitata dalle scuole che ne faranno richiesta, dando continuità all’impegno della Provincia autonoma di Trento, attraverso la Tsm-Step e la Fondazione Museo storico del Trentino, nel campo dell’educazione e della formazione in materia di relazione tra agricoltura e paesaggio. 

Di fronte all’emergere di tale varietà di paesaggi – ha detto ancora Tonina - diventa  sempre più necessario investire nella conoscenza del loro valore ma anche nella responsabilità e nella qualità delle attività di trasformazione del territorio. Sono questi due aspetti su cui continueremo ad impegnarci in futuro, lavorando anche con i più giovani che prestano sempre più attenzione ai temi legati alla sostenibilità”.

 

More Articles ...