13
Thu, Jun

 

CAMPIGLIO. Proseguono i controlli dei Carabinieri in sinergia con l’Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (U.O.P.S.A.L.) dell’Azienda provinciale per i servizi sanitarie e il Servizio Lavoro della Provincia autonoma di Trento.

 

A Madonna di Campiglio i Carabinieri hanno notificato un provvedimento di sospensione delle attività, a carico di una impresa edile lombarda, emesso dall’Ufficio Ispettivo del Lavoro della Provincia Autonoma di Trento.

 

Il provvedimento è conseguente ad un controllo effettuato dai Carabinieri nel citato cantiere, nel corso del quale è stata riscontrata la presenza di lavoratori irregolari, in quanto privi di titolo di soggiorno e per i quali non era stata effettuata alcun tipo di comunicazione di assunzione.

 

 

La normativa vigente comporta l’adozione del provvedimento di sospensione ogniqualvolta si constati l’impiego di personale senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro, in misura pari o superiore al 10% del totale dei lavoratori presenti.

 

Nella circostanza, infatti, i militari hanno accertato che, su un totale di 5 operai impiegati, 3 non erano in regola.

 

L’inottemperanza di un provvedimento di sospensione è punita con l’arresto da tre a sei mesi o con l’ammenda da € 2.500 a € 6.400.


Gli esiti degli accertamenti svolti saranno comunicati anche all’Autorità Giudiziaria, viste le violazioni del Testo Unico sulla immigrazione che disciplina l’assunzione di lavoratori stranieri.

 

L’attività in parola si inquadra in un più ampio monitoraggio settoriale in materia di sicurezza sul lavoro, disposto dal Comando Provinciale di Trento, a fronte dell’incremento degli infortuni sui luoghi di lavoro registrato negli ultimi mesi su scala nazionale

 

CAMPIGLIO. Scatta la stagione estiva dell’outdoor, delle passeggiate in montagna e delle lunghe cavalcate in mountain bike lungo i sentieri del Trentino. Dal 2 giugno al 16 ottobre 2022, l’OutdoorArea Campiglio Dolomiti di Brenta rimette in moto gli impianti di risalita e riparte per un’estate che si preannuncia carica di novità e di entusiasmo e libera di essere vissuta finalmente fino in fondo.

Preziosa alleata del divertimento invernale, l’OutdoorArea Campiglio diventa, anno dopo anno, sempre di più un importante partner anche per l’offerta turistica estiva anticipando, da un lato, e allungando, dall’altro, il proprio periodo di attività. Nell’area, che corre sui versanti montuosi della Val di Sole e della Val Rendena, l’estate, infatti, entrerà nel vivo già a partire dal 2 giugno in un weekend che sarà particolarmente ricco per tutti gli appassionati delle due ruote, del gravity e non soltanto grazie ai prestigiosi eventi in programma, come l'edizione 2022 di IMBA Europe Summit a Folgarida, il Val di Sole BikeFest e la Moserissima a Daolasa di Commezzadura, patria indiscussa della Mountain Bike. I primi impianti ad entrare in esercizio saranno, per delle aperture straordinarie dal 2 al 5 giugno, la telecabina Daolasa 1 e Daolasa 2, a Folgarida Marilleva, e la 5 Laghi, a Madonna di Campiglio, dove, nel vicino rifugio, si terrà il 4 giugno “La festa di inizio estate”.

Via via seguiranno le aperture degli altri impianti: da sabato 11 giugno sia la telecabina Daolasa 1 (aperta fino al 25 settembre) e Daolasa 2 (aperta fino al 18 settembre) che la Cabinovia 5 Laghi (aperta fino al 11 settembre) entreranno a pieno servizio con l’apertura giornaliera; dal 18 giugno torneranno a girare la cabinovia Grostè 1 e 2 (aperta fino al 25 settembre) e la Pinzolo - Prà Rodont, in quest’ultimo caso dopo l’anticipo dell’11 e 12 giugno (l’impianto rimarrà aperto tutti i giorni fino al 11 settembre, e poi nei weekend del 17-18 e del 24-25 settembre); dal 25 giugno toccherà alla cabinovia Spinale (aperta fino al 20 settembre) e a Prà Rodont - Doss Del Sabion (aperta fino all’11 settembre) e dal 1° luglio alla cabinovia Pradalago (aperta fino al 25 settembre); dal 2 luglio, infine, si metteranno in funzione le telecabine Folgarida e Panciana (aperte entrambe fino al 28 agosto), mentre Pinzolo Campiglio Express sarà disponibile dal 7 luglio al 4 settembre.

Naturalmente, come ogni anno, ad accogliere i visitatori dell’OutdoorArea ci saranno i mirabolanti tracciati dei due Bike Park: il Bike Park Val Di Sole, che, a Daolasa di Commezzadura, aprirà le porte agli appassionati del gravity dal 2 al 5 giugno e poi da sabato 11 giugno, e il Brenta Bike Park, a Pinzolo, in attività dal 25 giugno con la seggiovia Prà Rodont – Doss del Sabion.

Per tutte le informazioni sugli impianti e gli orari di apertura visitare il sito SKI.it. Sul portale è possibile anche acquistare i ticket online a prezzo ridotto rispetto all’acquisto alle biglietterie.

 

Foto P.Bisti 

 

UNA CARD, MILLE VANTAGGI

Acquistando e attivando STARPASS già a partire dall’estate, si potrà beneficiare di uno sconto fino al 15% sull’acquisto dei biglietti estivi e raggiungere più velocemente la soglia massima per ottenere le sciate gratis durante la prossima stagione invernale. STARPASS ha due soglie massime di spesa. Superata la prima soglia si pagherà una quota minima rispetto al listino. Lo skipass Pay Per Use infatti terrà traccia dell’ammontare di spesa degli skipass nelle località della Skiarea Campiglio (Madonna di Campiglio, Folgarida – Marilleva, Pinzolo, Pejo) e una volta superata la prima soglia di spesa, diversa per ogni categoria, sarà concesso lo sconto dell’80% sulle sciate successive! Se raggiungerà la seconda soglia si inizierà a sciare gratis.

 

LA CALDA ESTATE DEL BIKE

Natura, trekking e mountain bike. Ma non solo. Ad attendere i turisti che sceglieranno la Val di Sole e la Val Rendena ci sarà un ricco calendario di eventi. Appuntamenti irrinunciabili e ormai diventati un must come le finali di Coppa del Mondo UCI Mountain Bike che si svolgeranno dal 2 al 4 settembre a Daolasa, ma anche dedicati al benessere, all’enogastronomia e alla cultura. L’estate 2022 parte alla grande con una proposta davvero insuperabile legata soprattutto alla Bike.

Mecca delle ruote grasse, conosciuta ormai a livello internazionale, la Val di Sole torna protagonista con una serie di eventi che sapranno sicuramente far parlare di sé. Si inizia con l’IMBA Europe Summit 2022, che si terrà dal 1° al 4 giugno a Folgarida per una full immersion con il più autorevole think tank europeo sul mondo della Mountain Bike. Dal 3 al 5 giugno a Daolasa di Commezzadura si continua con il Val di Sole BikeFest, una tre giorni dedicata interamente al mondo della bike con bike test, esclusioni guidate, aree food&drink ed eventi. Il 5 giugno quindi si conclude con La Moserissima, l’attesissima ciclopedalata in compagnia del mitico Francesco Moser che sbarca per la prima volta in Val di Sole con un percorso che da Daolasa si sviluppa di 60 Km e 1000 metri di dislivello.

In Val Rendena, invece, l’appuntamento è per la Festa d'inizio estate, che si terrà il 4 giugno al Rifugio 5 Laghi di Madonna di Campiglio con degustazioni di vini e prodotti locali, musica e tanto divertimento. In programma ci sono poi tre importanti eventi legati al mondo del ciclismo e della mountain bike. Il 13 giugno si correrà la terza tappa del Giro d'Italia Under 23 con partenza da Pinzolo (Trento) e arrivo a Santa Caterina Valfurva (Sondrio). Il 19 giugno si terrà la quarta edizione di Top Dolomites Granfondo, la gara di ciclismo su strada da Pinzolo a Riva del Garda e ritorno con traguardo a Madonna di Campiglio. Un tocco internazionale, infine, lo daranno, il 25 giugno, i Masters Mountain Bike Marathon World Championships che assegneranno le maglie iridate di questa disciplina. Un percorso lungo, tecnico e spettacolare fino a toccare le Dolomiti di Brenta Patrimonio dell'Umanità UNESCO. Accanto al Mondiale Master, si terrà anche l'ottava edizione della Dolomitica Brenta Bike Marathon Race.

 

Madonna di Campiglio entra a far parte dei Territori di Eccellenza di Altagamma, fondazione che dal 1992 riunisce le imprese dell’alta industria culturale e creativa italiana

 

L'investitura ufficiale - presieduta da Matteo Lunelli presidente e amministratore delegato delle Cantine Ferrari e presidente di Altagamma con il coinvolgimento del Vice Presidente per l’Ospitalità Aldo Melpignano - è avvenuta nel corso della Giornata Altagamma che si è svolta ieri a Roma, in Galleria Colonna in Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, in occasione della celebrazione del trentesimo anniversario della Fondazione. Per Madonna di Campiglio, località turistica invernale ed estiva in Trentino circondata dal Parco Naturale Adamello Brenta, ha ricevuto l’onorificenza il Sindaco Michele Cereghini

 

In foto da sinistra a destra: Aldo Melpignano, Vice Presidente di Altagamma per l'Ospitalità; Michele Cereghini, Sindaco di Pinzolo; Matteo Lunelli, Presidente di Altagamma e Stefania Lazzaroni, Direttrice Generale di Altagamma

 

Madonna di Campiglio con tutto il territorio di riferimento, le istituzioni pubbliche e le realtà private, accoglie con gratitudine e orgoglio l’ingresso tra i soci onorari di Altagamma come riconoscimento del suo passato prestigioso, del suo presente dinamico e, soprattutto, come sfida a future progettualità improntate alla qualità più alta.

L’Altagamma honorary council è nato originariamente nel 2002 come una rete di organizzazioni, istituzioni ed aziende internazionali partner delle Imprese Altagamma che contribuiscono allo sviluppo e alla promozione nel mondo della cultura italiana dell’eccellenza. Nel 2013 si è aperto alle personalità italiane di maggiore rilievo a livello internazionale e contestualmente ai Territori di Eccellenza: destinazioni italiane ad alta vocazione turistica che sono considerati veri e propri brand e concorrono a promuovere il meglio del territorio italiano e la sua cultura dell’ospitalità. Ne fanno parte la Costa Smeralda, Capri, Cortina D’Ampezzo, Courmayeur e il distretto di Montenapoleone. 

Siamo da sempre consapevoli – sottolinea il Sindaco del Comune di Pinzolo-Madonna di Campiglio Cereghini - di quanto il turismo di lusso possa rappresentare una leva di traino per la nostra economia e più in generale per quella del sistema Paese. Ricevere questo riconoscimento da Fondazione Altagamma mi inorgoglisce particolarmente perché significa riconoscere il grande lavoro che stiamo facendo al fianco e insieme ai nostri operatori. Madonna di Campiglio ha da sempre una missione e un impegno: di essere ambasciatrice del migliore Stile di Vita Italiano. Una promessa che ci siamo fatti a livello territoriale, una promessa che oggi facciamo a tutti voi che ci avete voluto rendere membri di questo sfidante e avvalorante percorso, che noi accogliamo con entusiasmo, consapevoli dell’onore e dell’onere che questo comporta”.

Tullio Serafini presidente dell’Azienda per il Turismo, organizzazione di destination management che, attraverso decisioni strategiche, organizzative ed operative, contribuisce allo sviluppo, alla comunicazione e alla promozione dell’offerta turistica dell’ambito territoriale di Madonna di Campiglio, tiene a sottolineare: “È stato il riconoscimento più importante che potessimo ricevere, in particolare in questo momento storico: dallo scorso anno abbiamo infatti reso operativo, tra gli altri, un tavolo di lavoro specificatamente impegnato sull’offerta alto di gamma. Lo abbiamo fatto per tante ragioni in primis perché il turismo di fascia alta aiuta a migliorare lo standard dell’offerta interna e contribuisce alla valorizzazione del patrimonio culturale e territoriale. Il "lusso inclusivo" sta orientando il nostro posizionamento e la nostra visione strategica di futuro. L'impostazione grafica e la rinnovata immagine di destinazione, ben delineati dal nuovo logo e brand Madonna di Campiglio, sono stati voluti anche per questo".   

 

CAMPIGLIO. I Carabinieri della Stazione di Madonna di Campiglio e gli ispettori dell’Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (U.O.P.S.A.L.) dell’Azienda provinciale per i servizi, nell’ambito della collaborazione avviata dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Trento, con la predetta Unità e con il Servizio Lavoro della Provincia autonoma di Trento, finalizzata a contrastare il fenomeno degli infortuni sul lavoro, nei giorni scorsi, hanno ispezionato un cantiere allestito per la ristrutturazione, l’ampliamento e la riqualificazione di un albergo.

 

Foto da Archivio

 

La situazione è apparsa fin da subito grave con alcune evidenti inadempienze in materia di sicurezza per i lavoratori. In particolare, è stato accertato che non erano state predisposte le prescritte misure di protezione collettiva per la prevenzione delle cadute dall’alto in molti punti del cantiere, dove le altezze risultavano considerevoli (fino a 9 metri) con evidente grave rischio. Inoltre, anche l’impianto elettrico di cantiere non era stato realizzato secondo i dettami della Legge.

Sono poi state accertate una serie di violazioni “minori”, come ad esempio: la mancanza di idonei locali per la consumazione dei pasti da parte degli operai, la mancanza di segnaletica e l’assenza di materiale sanitario per il primo soccorso. Le gravi violazioni riscontrate hanno reso necessario, oltre all’applicazione delle sanzioni previste dal decreto 81/08 anche la sospensione dall’attività imprenditoriale della ditta capofila a cui è stata affidata la realizzazione del progetto.

Tale provvedimento, previsto dall’art.14 del decreto 81/08, recentemente modificato dalla Legge 215 del dicembre 2021, vuole rappresentare un ulteriore strumento di contrasto al fenomeno degli infortuni sul lavoro. Nel cantiere è stata sospesa ogni attività, si potranno effettuare soltanto lavori per la predisposizione delle protezioni e messa in sicurezza dell’area, a seguito delle quali, previa verifica, sarà consentita la ripresa dell’attività.

La conseguente segnalazione della sospensione all’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) comporterà per l’impresa anche interdizione a sottoscrivere contratti con la pubblica amministrazione e con le stazioni appaltanti.

L’attività di vigilanza e controllo, svolta in sinergia fra Carabinieri e Ispettori dell’U.O.P.S.A.L., nonché del Servizio Lavoro, proseguirà nelle prossime settimane sull’intera provincia, al fine di monitorare il maggior numero di cantieri consentendo così un controllo più capillare ed efficace del territorio e, per quanto possibile, contribuire a prevenire gli incidenti sul lavoro dovuti alla inosservanza delle norme vigenti.

 

Foto: archivio Carabinieri

More Articles ...