21
Fri, Jun

 

Iniziato il 18 agosto scorso, coinvolgendo 5 malghe dei comuni di Sella Giudicarie (Avalina, D'Arnò, Lodranega, Stabolfess) e Tione di Trento (Cengledino) con i rispettivi gestori e 12 ristoranti sul territorio che, per un mese, hanno valorizzato il formaggio di malga inserendolo in originali menu a tema, la prima edizione del Festival del "Formai da Mot" si concluderà sabato prossimo 18 settembre con l'11ª edizione di "Mondo Contadino" sulle sponde del lago di Roncone. La mostra bovina e l'elezione delle campionesse per ogni razza (Bruna alpina, Frisona, Rendena e Pezzata rossa), la competizione riservata ai conduttori junior, la gara di sfalcio e la "casarada" sono alcune delle iniziative più attese della giornata finale. Poi, tanti altri momenti dedicati alla scoperta della ruralità in Valle del Chiese e in Giudicarie, comprese attività per i bambini e degustazioni dei migliori prodotti caseari. "Mondo Contadino", organizzato dal Comune di Sella Giudicarie con la Pro loco di Roncone, l'Unione Allevatori Valle del Chiese e la collaborazione di Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio, fa parte, inoltre, del calendario di appuntamenti "Latte in Festa" promosso da Trentino Marketing.



RONCONE - SELLA GIUDICARIE - Quali sono le qualità distintive del formaggio di malga? In cosa si differenzia dagli altri formaggi? Perché è così buono e particolare? A queste domande, mettendo in connessione prodotto e consumatori, il Festival del "Formai da Mot" risponde che si tratta di un formaggio realizzato in quota, tra i 1500 e i 1800 metri di altitudine, con latte crudo appena munto. È, poi, un prodotto fortemente legato al territorio della Valle del Chiese, ricco di prati e pascoli pedemontani. Lo sfalcio e la cura costanti da parte degli allevatori, l'erba profumata e i fiori di montagna conferiscono al latte e al "formai da mont" con il quale è prodotto qualità del tutto particolari e inimitabili. Ad esempio spiccata personalità, sapidità e una sorprendente digeribilità che ne fanno un ottimo abbinamento con la polenta di farina gialla di Storo oppure come formaggio fuso o in combinazione con carni rosse ben cotte.

Nel corso dell'ultimo mese, ospiti e residenti hanno potuto conoscere direttamente l'anima rurale del territorio e le particolarità dei formaggi di malga nei menu proposti in 12 ristoranti di Sella Giudicarie Tione di Trento: Carlone, Trivena, Roncone, Ginevra, Genzianella, Pont'Arnò, Miramonti, Miravalle, Trento, L'Angolo della Pizza, Filanda de Boron e Milano. 

Sabato prossimo sarà invece "Mondo Contadino" a concentrare le esperienze della zootecnia locale in una giornata che sarà occasione sia di confronto tra gli operatori del settore che di festa.

Fiore all'occhiello dell'evento di sabato sarà la tradizionale rassegna bovina indetta dalla Federazione provinciale Allevatori e dall'Unione Allevatori Valle del Chiese. "In questa edizione - spiega il presidente Antonello Ferrari - si potranno osservare 207 mucche suddivise in 4 razze: Bruna, Frisona, Pezzata rossa e Rendena, appartenenti a 28 diversi allevatori. Le mucche saranno sottoposte a due turni di votazione a giudizio dei rispettivi giudici: la mattina ci sarà una valutazione di tutti i capi con l'individuazione delle migliori per ogni razza mentre la sera sarà eletta la Reginetta di ogni tipologia. Questo evento - aggiunge Ferrari - è fondamentale, tra le altre cose, perché permette di mostrare l'attenta selezione che gli allevatori della Valle del Chiese hanno operato negli anni, permettendo di ottenere animali migliori da un punto di vista sia morfologico che produttivo".

Da ricordare, infine, sempre nella giornata di sabato, la 2ª edizione della gara di sfalcio con 14 sfidanti che saranno  valutati sia per velocità che per tecnica utilizzata nel taglio del prato.

Di seguito, il programma dettagliato.





PROGRAMMA 11ª EDIZIONE MONDO CONTADINO

Sabato 18 settembre 2021 - Lago di Roncone 


Ore 9.00 - Inizio Mostra bovina di Mondo Contadino, benvenuto alle mucche e ai vitellini, identificazione dei capi
Ore 12.00 - Pranzo con polenta e spiedo su prenotazione. Primo turno. Polenta e spiedo, con formaggio di malga, dolce, bibita e caffè € 13.00 - OBBLIGO DI GREEN PASS
Ore 13.00
 - Pranzo con polenta e spiedo su prenotazione. Secondo turno. Polenta e spiedo, con formaggio di malga, dolce, bibita e caffè € 13.00 - OBBLIGO DI GREEN PASS
Ore 14.30
 - Competizione Conduttori Junior i più piccoli si cimentano nell'arte di far sfilare i vitellini all'interno del ring
Ore 15.30 Caccia alla bandiera blu, piccoli esploratori alla scoperta del lago di Roncone. Attività di orienteering. Si richiede abbigliamento sportivo e scarpe da trekking. 
Attività su prenotazione! Ritrovo punto info
Ore 16.30
 - Gara di sfalcio,  una simpatica competizione tra vecchie e nuove generazioni che riporta in vita l'antica tradizione della fienagione ed esalta il rapporto dell'uomo con la propria terra, da sempre fondamentale nella vita contadina. Una divertente sfida all'ultimo ciuffo d'erba!
Ore 17.30 - Fai la Merenda LATTE IN FESTA con pane, burro, marmellata, miele della Valle del Chiese e yogurt. La tazza "Latte in Festa" in regalo per te! 
Attività su prenotazione
Ore 17.30
 - Come si fa il formaggio? La caserada in compagnia dei nostri affezionati casari sveliamo i segreti di questa saporita preparazione
Ore 19.00 - Bollicine, note e... assaggi di formai da mot, brindisi alla prima edizione del Festival del Formai da Mot con la partecipazione delle malghe: Malga Avalina, Malga d'Arnò, Malga Lodranega, Malga Stabolfess, Malga Cengledino
Ore 19.30 - Cena nei ristoranti con lo speciale menù degustazione Festival Formai Da Mot
Ore 20.30
 - Finale ed elezione delle campionesse: la Bruna Alpina, la Frisona, la Rendena e la Pezzata rossa  

La manifestazione si svolgerà nel rispetto delle norme Covid-19 vigenti. Obbligo di green pass per i partecipanti, esclusi bambini al di sotto dei 12 anni.

 

SELLA GIUDICARIE. Con il "taglio collettivo e simultaneo del formaggio" in sostituzione del tradizionale taglio del nastro è stato ufficialmente inaugurato martedì sera 17 agosto a Bondo il secondo Festival del Formai da Mont. Subito dopo l'assaggio della produzione delle cinque malghe coinvolte. Per i turisti ci sarà un mese di tempo per degustare tali delizie. Sino a metà settembre la ruralità e la gastronomia della Valle del Chiese saranno in mostra a Sella Giudicarie, inizialmente proprio con Festival del Formai da Mont 2021 e poi il 18 settembre anche con una nuova edizione di Mondo Contadino, tra i più storici appuntamenti del Trentino legati all'agricoltura e soprattutto alla zootecnia. Quest'ultimo è il classico appuntamento inserito nel circuito Latte in Festa di Trentino Marketing è da decenni ospitato al Lago di Roncone, il piccolo specchio d'acqua Bandiera blu quest'anno già salito alla ribalta per aver ospitato ad inizio luglio la penultima tappa della Transalp 2021. Imperdibile sabato 18 settembre sarà la tradizionale mostra bovina dei capi degli allevatori del Chiese assieme alla produzione agricola locale, a cominciare dall'immancabile farina gialla di Storo.

 

In foto da sinistra a destra Roberto Failoni, Ivonne Valenti, Massimo Valenti, Tullio Serafini, Franco Bazzoli

 

Saranno trenta giorni arricchiti dalle leccornie proposte nei menù a tema dei 12 ristoranti della zona che da oggi al 18 settembre vedranno protagonisti i formaggi prodotti in quota (di qui il nome formaggio di montagna) nelle malghe che hanno aderito al progetto: Avalina, D'Arnò, Lodranega, Stabolfess e Cengledino. Le prime quattro collocate nel territorio comunale di Sella Giudicarie e la quinta a Tione. Strutture ubicate tra i 1.300 e i 2.000 metri di quota e caratterizzate da una produzione di latte di altissima qualità organolettica e nutrizionale. Qui alpeggiano le mucche delle razze grazie ai pascoli ricchi di erbe autoctone capaci di donare ai formaggi sentori e sapori unici. E tra l'altro da dove con lo sguardo si può spaziare dal vicino Gruppo delle Dolomiti di Brenta ai massicci che avvolgono i laghi di Garda, Ledro e Ledro.



A Sella Giudicarie il Festival del Formai da Mont torna grazie a una ventata di giovanile entusiasmo della Pro Loco di Roncone che, come ha spiegato il presidente Ian Bazzoli nella presentazione pubblica ospitata in Piazza Italia a Bondo, punta a valorizzare il grande giacimento gastronomico legato ai prodotti della zootecnica locale. La Valle del Chiese già da anni propone l'evento estivo #Milklife che permette ai turisti la visita alle strutture zootecniche in quota, sede di laboratori e varie iniziative. Offerta doppiamente importante in questo momento nel quale ambiente, ruralità e cibo di qualità sono considerati valori assoluti soprattutto da chi vive nei grandi centri urbani. Concetti ripresi nei vari interventi dall'assessore Roberto Failoni, dal presidente dell'Apt Tullio Serafini, dal Sindaco Franco Bazzoli, dall'assessore comunale Massimo Valenti, dal presidente del Bim Claudio Cortella, dal presidente della Federazione Allevatori Mauro Fezzi, dal Vicepresidente di Latte Trento Ezio Valenti, dal presidente dell'Unione Allevatori locale Antonello Ferrari e dal presidente del Consorzio Spressa delle Giudicarie Alberto Ferrari. Presenti, tra gli altri, il presidente del Bim Sarca Giorgio Marchetti, il sindaco di Storo Nicola Zontini, il presidente della Strada del Vino e dei Sapori della zona del Lago di Garda e Dolomiti di Brenta Daniele Bertolini, il presidente di Agri90 Vigilio Giovannelli, il presidente del Consorzio di miglioramento Fondiario Roncone e Lardaro Michele Bella e il comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Tione Marco Polana.



Una passerella di esperti i cui interventi sono stati tutti indirizzati a rimarcare il valore in chiave turistica e sociale dalla produzione gastronomica rurale di qualità e parallelamente l'opportunità di fare sinergia per portare alla ribalta nazionale i gioielli gastronomici della Valle del Chiese, oggi patrimonio dell'Apt Madonna di Campiglio e dell'intero Trentino.



Più in dettaglio, il patrimonio rurale di Sella Giudicarie è oggi capace di garantire una produzione di formaggio montano (e non solo) di eccelsa qualità a chilometro zero che sino al 18 settembre sarà proposta su prenotazione nei ristoranti Alpino, L'angolo della Pizza, Filanda de Boron, Genzianella, Milano, Miramonti, Miravalle, Trento, Roncone, Rifugio Pont'Arnò, Rifugio Trivena e Serena



I produttori protagonisti del Secondo Festival del Formai da Mont sono Claudio Salvadori – Malga Avalina; Ivonne Valenti - Malga Lodranega; Filippo ed Erika Bazzoli – Malga Stabol Fres; Antonello Ferrari – Malga D'Arnò e Daniele Sartori - Malga Cengledino.



A sostenere il del Festival Formai da Mont sono l'Apt Madonna di Campiglio (questo il nuovo nome dell'ambito che riunisce anche Pinzolo, Val Rendena, le Giudicarie centrali e la Valle del Chiese), Trentingrana, Federazione provinciale degli Allevatori, latte Trento, Consorzio Bim del Chiese, Unione Allevatori valle del Chiese, Strada del Vino Trentino, Associazione Culturnova, Slow Food delle Giudicarie Consorzio Spressa Dop delle Giudicarie e Provincia autonoma di Trento.



 

SELLA GIUDICARIE. “Tutto sommato è andata bene – ha fatto sapere tirando un respiro Ezio Valenti, Comandante dei Vigili del Fuoco di Bondo e Breguzzo – le fiamme sono state spente e ora si procede con le azioni di bonifica.

 

L'incendio è divampato oggi, venerdì 20 agosto, attorno alle ore 11.45. Ha coinvolto il tetto di una stalla in località Coré a Breguzzo, poco sopra zona Polin. Subito è venuta a crearsi un'enorme colonna di fumo, visibile anche in lontananza ma soprattutto dal traffico sulla vicina statale del Caffaro.

 

 

La struttura è di proprietà dell'Azienda agricola Falda di Antonello e Alberto Ferrari. A dare l'allarme, vedendo il fumo fuoriuscire da sotto i pannelli fotovoltaici, proprio uno dei proprietari, tra il resto volontario nei Vigili del Fuoco. Le cause che hanno scatenato l'incendio sono ancora da accertare.

 

L'intervento dei Vigili del Fuoco di Bondo e Breguzzo è stato immediato; le bestie, presenti nella stalla al momento dell'accaduto, sono state prontamente messe in salvo fuori dalla struttura in fiamme.

Tempestivo l'arrivo di più Corpi dei Vigili da Tione a Storo. Grande collaborazione e coordinamento: sono stati impiegati un centinaio di uomini con schiuma e autoprotettori.

 

I danni sono sicuramente ingenti – commenta Valenti – ma potevano essere ben peggiori. Vicino alla stalla ci sono un impianto del biogas ed un fienile: aver circoscritto le fiamme in tempi brevi ha evitato il disastro. In serata dovrebbe già essere possibile garantire il normale svolgersi della mungitura.”

 

E' in queste occasioni – conclude infine – che si vede l'importanza della tempestività di intervento e la presenza dei mezzi adeguati per poter agire al meglio. Non ci sono incendi tutti i giorni, ma quella volta in cui serve, il nostro servizio è fondamentale.”

 

In foto 1 vigili e azioni di bonifica; in foto 2 vigili all'azienda Falda; in foto 3 distanza del tetto da impianto biogas e fienile; in foto 4 arrivo dei mezzi e traffico sulla statale del Caffaro. Foto 2 e 4 di Martina Massetti 

 

 

 

 

SELLA GIUDICARIE. L'incendio è divampato poco prima di mezzogiorno creando una colonna di fumo visibile a grande distanza. Si tratta di una stalla a Breguzzo nel comune di Sella Giudicarie, in località Coré.

 

Sul posto sono accorsi più Corpi dei Vigili del Fuoco con decine di volontari: sono al lavoro anche in questo momento per gestire l'emergenza. Presenti anche le forze dell'ordine.

 

Non si hanno ancora notizie certe, ma sembra che non siano coinvolti animali e persone. Si attende per ulteriori risvolti.

 

 

More Articles ...