14
Sun, Jul

Per “Fare un paese” serve la tangenziale che bypassi Ponte Arche

Comano Terme
Typography

 

COMANO TERME. Una sala gremita di gente quella della Casa Don Bosco a Ponte Arche dove venerdì 10 dicembre si è svolta “Facciamo un paese”, la serata promossa dalla neonata Associazione “Fare un Paese” e dalla “Pro Loco Ponte Arche”. Obiettivo: fare il punto della situazione riguardo il progetto “Comano Terme 2030 – Piano di Concetto turistico”.

 

Fare un Paese” è un gruppo di operatori e cittadini che - con la Presidente Michela Alimonta - ha intrapreso da qualche mese un percorso per lo sviluppo del paese e della valle. Con l'appoggio di soggetti sia pubblici che privati – tra cui la stessa Amministrazione comunale di Comano Terme e l'Azienda per il turismo Terme di Comano Dolomiti di Brenta, le Terme di Comano ed il Ceis, la Cassa Rurale Adamello Brenta Valsabbia Paganella e la Cassa Rurale Alto Garda Rovereto – hanno incaricato due consulenti turistici della Kohl & Partner Südtirol di dirigere un'analisi specifica per la zona di interesse.

Sono stati raccolti dati e condotte interviste – non ultimo un questionario proposto alla popolazione a cui hanno aderito in 290! - ma anche svolti lavori di gruppo per fare emergere il territorio direttamente da chi lo vive. Momenti di riflessione – supportati da scatti di foto nel circondario - per diventare consapevoli della realtà in cui si è immersi, notarne punti di forza e debolezza. A tutto questo si è poi aggiunta la competenza dei professionisti come guida e punto di vista esterno.

 

Un progetto della comunità per la comunità – le parole in apertura del Sindaco di Comano Terme Fabio Zambotti – l'Amministrazione comunale crede nell'iniziativa ed è qui per appoggiarla”. Allo stesso modo presenti anche il vicepresidente della Provincia Mario Tonina e l'assessore al turismo Roberto Failoni in collegamento streaming. Anche nel corso della serata, i consulenti hanno voluto lasciare parlare lei, la popolazione, vera protagonista della questione, per riportare visioni e valori condivisi.

 

 

Cosa ne è uscito? Temi già noti in realtà, riguardanti sì Ponte Arche ma anche l'intero contesto di valle come il futuro del Parco e delle Terme, il collegamento ciclopedonale, gli ecomostri, l'agricoltura sostenibile, la Val Algone, la discussa questione della tangenziale per bypassare il centro abitato.

 

Per la maggioranza di chi ha compilato il questionario il traffico è un problema per il paese e un ostacolo al suo sviluppo. La prima ragione – nota bene! - per l'inquinamento che comporta con il passaggio stimato di 10mila mezzi al giorno nei periodi di punta. Dato significativo in un contesto turistico che punta su benessere, ecosostenibilità ambientale e valorizzazione del territorio. Quindi concretamente si farà? “Le tempistiche di intervento sono medio lunghe – così Failoni – ma la Provincia c'è.”

 

Un impegno preso a sua volta dal Vicepresidente e assessore all'Ambiente, Urbanistica e Cooperazione Mario Tonina: “La questione sarà portata alla Giunta provinciale con mia personale attenzione.” Poi rispetto l'intera serata: “Si è parlato di sviluppo turistico a tutto tondo, da più punti di vista, con interesse per l'intero territorio”.

 

Ed è in effetti quanto hanno ribadito nei loro interventi anche giovani under30 sul palco, invitando al superamento di storici campanilismi, ad un atteggiamento propositivo, allo sviluppo di maggiore consapevolezza del patrimonio che si possiede, tanto umano che culturale e paesaggistico.

Dopotutto: quattro beni riconosciuti Unesco – Le Dolomiti, il Geoparco, la Biosfera, le Palafitte di Fiavé – le Terme e le proprietà dell'acqua di Comano riconosciute a livello europeo - eccellenze gastronomiche e presidi Slow Food  – le Montagnine, La Ciuìga del Banale, la Noce del Bleggio – le tantissime realtà associative che valorizzano la Conca delle Esteriori, culla della Cooperazione. Serve elencare altro?

 

Bene ed ora? Ora il percorso continua con nuovi progetti che coinvolgono attivamente la comunità e con piccoli obiettivi da raggiungere nel breve periodo. Quindi a breve per aggiornamenti!