18
Tue, Jun

Il Comune di Porte di Rendena aiuta 23 aziende con contributi post pandemia

Porte di Rendena
Typography

 

PORTE DI RENDENA. Il Comune di Porte di Rendena ha concesso, alle attività economiche del suo territorio, contributi a fondo perduto con la finalità di sostenere chi ha subito gli effetti economici avversi della pandemia da Covid-19. Il bando era stato emesso quest’estate e finalmente la giunta ha potuto deliberare le somme alle aziende che hanno presentato domanda entro i termini stabiliti.

 

 

Spiega il sindaco Enrico Pellegrini: «Sono pervenute 23 domande e tutte avevano i requisiti indicati nel bando, dunque tutte sono state valutate positivamente. Ora gli uffici comunali provvederanno alla liquidazione delle somme. Ci tengo a sottolineare che, per il nostro Comune, questa operazione è stata piuttosto complessa: gli enti come il nostro, infatti, non sono certo abituati a erogare denaro alle attività economiche. La difficoltà burocratica è stata particolarmente forte e dobbiamo quindi ringraziare il segretario comunale Elsa Masè e gli altri collaboratori che si sono impegnati per portare a termine la procedura. Sono state necessarie, tra le altre cose, anche molte verifiche sulle dichiarazioni presentate. Davvero qualcosa di inedito e non facile, ma di cui siamo contenti».

 

Il danno di fatturato, evidenziato dalle aziende richiedenti, è stato molto variegato: i più hanno perso attorno al 50%, qualcuno è andato anche sopra questa cifra. L’erogazione media è tra i 1.400 e i 1.500 euro: a esaurire il budget indicato all’emissione del bando, che era fissato in 34.868 euro. Rientravano tra le spese “ristorabili” locazioni, utenze, noleggio di attrezzature, pulizie, spese per personale dipendente, spese di sicurezza aziendali e, ovviamente, le spese straordinarie connesse alla gestione del Covid come l’acquisto di plexiglass e l’igienizzazione».