21
Tue, May

“La memoria del tempo”: Pietro Devilli di Cavrasto in mostra da giovedì a Casa Cüs

Porte di Rendena
Typography

PORTE DI RENDENA. Aprirà giovedì 14 aprile e rimarrà visitabile fino a domenica 24 la Mostra di Pittura dell'artista Piero Devilli “La memoria del tempo” nella suggestiva Casa Cüs a Darè in Val Rendena.

 

 

Piero Devilli nasce nel 1954 a Cavrasto, nel Bleggio Superiore, una terra colma di bellezza naturale, gonfia di entusiasmi estivi forieri di frutti dal sapore intenso, ricca di fascino antico, di ispirazioni poetiche che già in ‘800 risorgimentale, Giovanni Prati, di Dasindo, coglieva a piene mani e trasferiva nelle sue opere.

 

 

Alessandro Togni, critico d’arte e grande estimatore della pittura di questo artista, ebbe a dire tra l’altro: "Anche Devilli si occupa con la sensibilità della sua terra natale e, nelle sue visioni, pare insistere sui tasti della memoria per rimuovere la polvere del tempo.
C'è un ritorno affettuoso carico di nostalgia che trova espressione nella scelta degli oggetti un giorno riconosciuti e usuali. E la nebbia degli anni che tutto ricopre pare dissolversi, tutto ritorna lucente, levigato con cenere e aceto; così facevano le madri di un tempo per ridare brillantezza alle cose metalliche della casa.


E così si muove Piero nella sua pittura. Un'accortezza nel gesto, nel segno, da lasciare incantati. Una parsimonia nei sentimenti che lascia intuire il profondo insegnamento che i vecchi gli hanno lasciato. Un innamoramento per le cose di allora che si esprime nella lentezza dell'esecuzione.(…)”