18
Tue, Jun

Bomba d'acqua a Condino: meno di mezzora per riempire le strade di acqua e fango

Borgo Chiese
Typography

 

CONDINO. Solo attraverso l'impiego di “ pompe sommerse “ è stato possibile far fronte e arginare l'ondata d'acqua che, dalla zona a monte del Parco alle Toppe, scendeva verso Pagne e Piazza San Rocco. Nella zona del convento, scendendo da Via dottor Giuseppe Goglio, acqua e detriti avevano preso il sopravvento sino alla piazza.

Nell'intervento i vigili del fuoco di Condino che, dalle 21 alle 24 dell'altra notte, hanno dovuto far fronte a quella scarica di acqua e fango che si era abbattuta sul centro del paese.

Poco più di mezzora (poco dopo le 21.00) per ottenere uno spettacolo orrendo: acqua e fango trasudavano a dismisura lungo la piazza e il vicinato. Una vera e propria bomba d'acqua ha messo a soqquadro quello storico 'salotto di paese' dove, oltre a bar e negozi, ci sono anche il palazzo delle istituzioni (comune) e l'antica chiesa di San Rocco.

Inzuppato d'acqua il noto Bar da Chiara, dove le griglie antistanti intasate di foglie e terriccio hanno creato delle voluminose sacche d'acqua. Di fronte al locale, a risentirne pesantemente, anche la pedana che fa da mini soppalco. Non era da meno la situazione alla vicina rivendita Michele Gualdi, dove acqua e fango arrivavano sino agli ingressi.

 

Abbiamo lavorato con l'intero personale in forza per far fronte alla situazione: meno di mezzora, sembrava un vero finimondo” avverte il comandante degli stessi pompieri Roberto Pizzini. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire anche in altre zone circostanti la piazza, dove il flusso d'acqua emergeva a vista d'occhio. “Ci siamo suddivisi in più squadre per far fronte alla situazione che stava martellando quella parte di paese” avverte il pompiere Massimiliano Rosa.

Anche al Bar Pesa, che fa da crocevia tra la coop e l'albergo Corona di una volta, l'ondata d'acqua ha invaso gli scantinati trasudando a sua volta dentro l'adiacente vuoto che fa da sopporto alla pesa; qui camion e autocarri sono soliti misurare la portata di rimorchio e carico. “ Direi - fa sapere la signora Franca Stablum - che l'azione dei pompieri è stata non solo tempestiva ma soprattutto derminante al fine di evitare danni ulteriori ”.

Sempre lungo Via Roma, più esattamente all'altezza della Videotecnica Cappelli e la vicina Buildings, acqua e fango rischiavano di forzare gli ingressi.

Al campo Bettega, dove era in corso una seduta di allenamento da parte della Condinese, si è dovuti correre da subito ai ripari perchè acqua e grandine non davano tregua; il terreno di gioco risultava impraticabile.